La Basilica della Santa Casa – Loreto

Sulla sommità del Monte Prodo, tra le verdi colline della campagna marchigiana, in provincia di Ancona, sorge lo splendido Borgo di Loreto.

Borgo circondato da mura e bastioni, si presenta come un castello, al cui interno ospita la Basilica della Santa Casa, dove è conservata la preziosa statua della Madonna scolpita nel cedro di Libano dalla caratteristica colorazione scura.

Il Parco del Conero

Il Parco del Conero, oasi naturale protetta, dove si incontrano sentieri da percorrere, immersi nel verde, con panorami mozzafiato a picco sul mare. Vicino alla vetta, si incontra la Badia di San Pietro, notevole esempio dell’architettura romanica, eretta dai primi anni del Mille. Infine, Sirolo, antico e grazioso Borgo di mare, affacciato sulle bellissime spiagge della Riviera del Conero.

Cavalcata dell’Assunta

Una storia quattrocentesca:

Il fantastico Palio dell’Assunta e la splendida rappresentazione storica in costume. Rievocazione storica della città di Fermo in onore della Vergine Maria Assunta. Affonda le sue radici nel 998 d. C. e si tiene ogni Ferragosto.

I borghi marchigiani sono il futuro del nostro turismo

Petritoli

Viaggiare alla ricerca dei piccoli borghi significa scoprire luoghi ricchi di storia, di cultura e di tradizioni, ecco perché sono molto amati dai turisti.

Una vacanza tra i borghi più belli delle Marche e tra i castelli di una regione antica è un’esperienza ricca di fascino, custode della bellezza di opere artistiche, chiese, musei e stili architettonici.

Loreto

Castello di Gradara

Posti incantevoli da visitare per chi vuole tuffarsi nella storia e conoscere leggende appassionanti.

Carnevale di Offida “Li Vlurd”

Luoghi dove è possibile vivere in armonia con la natura.

Santuario Madonna dell’Ambro

Posti dove è possibile scoprire e gustare i prodotti alimentari tipici locali.

Brodetto di pesce

Le Marche non sono solo arte, cultura e natura, la cucina marchigiana può essere definita come una variegata tradizione culinaria, genuina e appetitosa, che imbandisce le tavole con prelibatezze sempre diverse a seconda dei luoghi e delle stagioni.

Olive all’Asolana

Chi sono i Turisti dei borghi?

Sono i giovani alla riscoperta delle proprie radici storiche, affascinati dalle meraviglie paesaggistiche, tra castelli, musei e basiliche, passeggiano tra i borghi, assaporano i piatti della tradizione e riscoprono i mestieri antichi.

Museo della calzatura

di Sant’Elpidio a Mare

Sono gli appassionati di enogastronomia, sempre alla ricerca di sapori e tradizioni autentiche.

Viaggiano per scoprire gusti e sapori sempre nuovi.

Le Marche offrono una cucina varia perché utilizzano materie prime dall’entroterra e dal mare.

Ogni borgo racchiude ricette tramandate di generazione in generazione e ogni luogo è famoso per i suoi prodotti tipici, dai salumi ai vini, dai formaggi al pesce.

Sagra delle Quaglie

di Monte Vidon Combatte

Sono i turisti che fuggono dalle grandi città allaricerca di benessere e natura.

I borghi marchigiani sono sinonimo di buon vivere, gusto e tradizioni.

Passeggiando tra le vie dei piccoli centri, grazie all’armonia tra paesaggio e borgo, i turisti sono coinvolti in una esperienza piacevole ed entusiasmante.

Castello della Rancia

Tolentino

Sono gli stranieri, sempre più affascinati dallo stile di vita autentico e a “misura d’uomo” dei borghi marchigiani con le loro tradizioni e i piaceri della tavola.

Sempre più spesso alla ricerca dei tesori nascosti dell’Italia.

La Palombara

di Monte Vidon Combatte

Una vacanza nei borghi delle Marche è un’esperienza da vivere e gustare.

Partecipare insieme ai vignaioli alla raccolta dell’uva e alle prime fasi di lavorazione, per poi degustare il vino e assaggiare i piatti tipici locali, dopo aver contribuito attivamente alla loro preparazione. Significa immergersi nelle meraviglie di un territorio per vivere un’esperienza unica.

Piccoli borghi, vicini tra loro, offrono ai turisti un patrimonio culturale, storico e ambientale, equiparabile ad un grande agglomerato cittadino.

Quindi, sono in grado di trattenere i visitatori per più giorni nel proprio territorio, con iniziative tese a valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico, come ad esempio, i mercatini con specialità enogastronomiche e dell’artigianato, e le varie sagre con degustazione dei prodotti tipici, musica dal vivo, e la presentazione delle tradizioni e dei costumi locali.

Le Marche sono la seconda regione più bella del mondo secondo Lonely Planet

“Una Regione sorprendente, dalle mille sfaccettature, da scoprire in modo lento in tutti i periodi dell’anno.”

“Per la natura sorprendente e generosa, per i borghi senza tempo e la loro storia millenaria, per l’arte celata dietro ogni muro, le Marche sono capaci di sorprendere ogni tipo di viaggiatore.”

“Montagne vergini, una costa che si srotola per oltre 180 km, fiumi e ruscelli che attraversano boschi e gole di roccia, la varietà del territorio marchigiano stupirà gli appassionati di ciclismo o deltaplano, di arrampicata o escursionismo, di snorkelling o vela.”

“In tutta la Regione non vi mancheranno di certo le occasioni per praticare la vostra attività preferita.”

“Le Marche non sono solo arte, cultura e natura, ma anche gastronomia genuina e appetitosa, di terra, mare e tradizione, che imbandisce le tavole con prelibatezze sempre diverse a seconda dei luoghi e delle stagioni. Ovunque decidiate di andare, e qualunque sia il periodo del vostro viaggio, troverete sempre meraviglie di cui stupirvi.”

Lonely Planet è l’editore leader globale dell’informazione di viaggio e pubblica le guide più apprezzate e diffuse al mondo.

La guida Lonely Planet in regalo: https://www.lonelyplanetitalia.it/speciale/marche

Perché visitare le Marche?

Sogno di un viaggio nelle Marche

Pensieri e Parole sulla nostra Regione: Le Marche

Numana e la Riviera del Conero

Nella splendida cornice della riviera del Conero, un promontorio a picco sul mare Adriatico, che offre una vista sul mare veramente stupenda. La graziosa cittadina di Numana con il bellissimo porto turistico e una piccola e accogliente spiaggia.

Il nostro impegno

Il nostro territorio, le Marche, l’Italia intera, ha bisogno di noi, del nostro impegno, del nostro lavoro, della nostra creatività, della nostra fantasia, ma soprattutto della nostra forza.

Perché noi abbiamo la forza di metterci in gioco e lottare per la realizzazione delle nostre idee, dei nostri progetti, dei nostri sogni.

In un famoso discorso all’Università di Stanford Steve Jobs pronunciò la sua celebre frase “Siate affamati, siate folli”.

Perché anche noi siamo affamati (e dobbiamo essere affamati di conoscenza, sapere, esperienza) e folli (dobbiamo osare per il nostro benessere e per realizzare i nostri sogni).

Quindi, dobbiamo sviluppare le conoscenze per realizzarci al meglio.

La formazione e aggiornamento costante sono la chiave del successo.

E comunque, va detto che, i migliori imprenditori sono quelli che hanno la forza di mettersi in gioco e lottare per la realizzazione delle proprie idee.

Come Edison diceva “Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica

Come possiamo trasformare un sogno in un progetto fattibile?

Per farlo, dobbiamo cercare di risponder a queste domande:

1) Come descriviamo il nostro prodotto/servizio? Con quali dettagli?

2) Quali necessità soddisfa questo prodotto? Quale problema risolve? oppure Quale desiderio realizza?

3) Quali sono i nostri potenziali clienti? (Chi è disposto a pagare per ricevere il nostro bene o servizio?)

4) In quale settore ci inseriamo? Quali sono i nostri concorrenti? In cosa ci differenziamo rispetto a loro?

Se riusciamo a rispondere a queste domande il nostro progetto inizierà a prender forma.

Piergiorgio Cianitto